Tartufo di Pizzo

Vota questo articolo
(18 Voti)
RegioneCalabria
Tipologia di prodotto:  Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria

Descrizione

Il "tartufo di Pizzo" è un gelato al gusto di nocciola tipico della Calabria.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito il tartufo di Pizzo nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Calabria (PAT).

Origini

Si tratta di un prodotto da pasticceria nato intorno al 1950 dall'esperienza di due artigiani gelatieri in un piccolo laboratorio in località Pizzo, provincia di Vibo Valentia.

Sembra che questa golosità sia nata per caso, per la mancanza degli stampini in cui solitamente si versava il gelato.

Il maestro gelataio pensò di:

  • modellare il gelato nel "palmo della sua mano", sovrapponendo del cioccolato fondente semifluido al gelato alla nocciola;
  • ricoprendo il tutto con polvere di cacao amaro e una spolverata di zucchero, per poi modellarlo e dargli la forma classica del "tartufo".

Grazie al "tartufo" il piccolo comune di Pizzo è diventato famoso e viene denominato, specialmente dai turisti, la "città del gelato".

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione del tartufo di Pizzo sono:

  • gelato alla nocciola;
  • gelato al cioccolato;
  • cioccolato fondente;
  • cacao amaro.

 

Ricetta

La ricetta originale del "tartufo di Pizzo " non ha mai varcato i confini regionali, anzi non è mai stata rivelata a nessuno.

Dal piccolo laboratorio di un tempo è nata, ed è ancora in piena attività, una "gelateria" rinomata dove, da circa settant' anni, si tramandano i segreti del mestiere, quelli che hanno fanno grande i dolci e i gelati calabrese.

Presentazione

Un "tartufo di Pizzo" originale pesa circa 100-125 gr e apporta almeno 200 calorie:

  • ha la forma di una semisfera il cui diametro è circa 6 centimetri;
  • ha il classico colore marrone del cacao in polvere;
  • è morbido e liscio al palato;
  • il gusto è pieno e avvolgente.

Il "tartufo di Pizzo" si riconosce anche dalla forma non sempre perfetta (tipico dei prodotti artigianali).

Curiosità

Le industrie dolciarie hanno tentato di imitare il tartufo calabrese che resta sempre e comunque la specialità di Pizzo Calabro, il piccolo borgo marinaro che affaccia sul versante tirrenico.

Altro in questa categoria: « Pitta 'mpigliata Provola »