Vota questo articolo
(2 Voti)
Regione: Sicilia
Tipologia di prodotto:  Paste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria

Descrizione

Il "gelo di melone", denominato anche "gelo di mellone" e "gelu di muluni", è uno dei dolci al cucchiaio della Sicilia più conosciuti fuori dei confini isolani.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito il gelo di melone nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Origini

Particolarmente popolare nel palermitano con il nome di "gelo di mellone", le sue origini sono ancora oggi dibattute.

Tra le tesi più accreditate vi è quella che ne inscrive la nascita nel periodo della Dominazione Araba della Sicilia.

Ne esiste anche una seconda, la quale afferma che il gelo di melone affonda le sue radici alla fine del Medioevo.

In questo periodo, la popolazione "arbëreshë" (Albanesi), si insediò nell’hinterland palermitano e diede vita a questa specialità.

Non a caso il gelo di melone è presente soprattutto in questa zona dell'isola.

Ingredienti

Dolce tradizionale del Ferragosto, ha come ingrediente principale l'anguria.

Un dessert freddo presente in tutto il territorio siciliano che, nella sua ricetta base, si realizza con:

  • 1 l di succo di anguria;
  • 80 g di zucchero;
  • 80 g di amido di mais;
  • essenza al gelsomino;
  • polvere di cannella q.b.;
  • gocce di cioccolato fondente;
  • pistacchi pelati e tritati;
  • zucca candita.

Preparazione

Cominciamo con la preparazione del gelo di melone, quindi:

  • per prima cosa per circa 1 litro di succo di anguria, sono necessarie 4 angurie di medie dimensioni;
  • prendete la polpa della anguria, tagliatela a cubetti e privatela chiaramente dei semi;
  • con l’aiuto di un passa verdure, passate i cubetti di anguria per poi filtrarli ed ottenere il succo.

A questo punto pesate l’amido e setacciatelo.

Prendete un pentola e poi:

  • versatevi l’amido di mais e cominciate a diluirlo pian pianino con del succo di anguria che avete appena preparato;
  • continuate in questo modo fino a che il composto non sarà diventato una crema liscia ed omogenea.
  • Una volta aggiunto tutto il liquido, potrete unire anche lo zucchero.

Mettete la pentola sul fuoco a fiamma media e mescolate accuratamente fin quando il gelo di melone non si sarà addensato, questa operazione dovrebbe durare circa 15 minuti

Il gelo di melone sarà pronto quando scenderà a nastro dal cucchiaio.

A questo punto, togliete la pentola dal fuoco e versate il gelo di melone in un recipiente.

Potrete aromatizzare il gelo di melone  a vostro piacere con:

  • aroma di gelsomino oppure della cannella in polvere.

Lasciate raffreddare il gelòo di melone fuori dal frigor e solo quando sarà freddo, aggiungete:

  • le gocce di cioccolato oppure la zucca candita.

Tradizioni

Al di là degli ingredienti base come per esempio quelli maggiormente conosciuti:

  • succo di anguria;
  • zucchero;
  • amido per dolci;

esistono moltissime varianti nella preparazione del gelo di melone.

Tuttavia, da zona a zona si riscontrano numerose varianti di questo delizioso dessert della tradizione.

A seconda degli usi, infatti, la ricetta locale o familiare vede la presenza dei seguenti ingredienti:

  • polvere di chiodi garofano;
  • polvere di cannella;
  • fiori di gelsomino;
  • zucca candita;
  • pistacchi;
  • cioccolato amaro in scaglie.

Degustazione

Il gelo di melone può essere degustato sotto molteplici forme ed anche:

  • accompagnato da roselline di prosciutto crudo di Parma con un buon bicchiere di vino.

Come vino, i sommelier consiglierebbero un rosato o un rosso giovane vista la presenza del salume.

Il gelo di melone è un dolce molto leggero che si contraddistingue per le sue note delicate.

Questa fresca bontà è ottima accompagnata da un Moscato di Pantelleria.

Curiosità

A Palermo, inoltre, questo importante "dolce al cucchiaio" riveste un ruolo fondamentale, essendo il dolce tipico dell'amatissima festa di Santa Rosalia, la patrona della città.

Altro in questa categoria: « Nfasciatieddi di Agira Ricotta di vacca »
Cookies Notice

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.