Vota questo articolo
(3 Voti)
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Dolci
CERTIFICAZIONE PRODOTTO: PAT

Descrizione

La "giuggiulena", detta anche "cubbaita" e anche "giurgiulena", è un dolce tipico della tradizione siciliana, diffuso in tutta la regione e presente anche nella vicina Calabria.

Caratteristiche

Il dolce è molto simile al "torrone", sia per la preparazione che per gli ingredienti utilizzati.

Questo dolce è composto principalmente da sesamo, che in dialetto siciliano viene detto proprio "giuggiulena", miele e mandorle.

Origine

La cubbaita, che in palermitano viene denominata anche "cubarda", è una sorta di torrone che fa parte dell’antica tradizione dolciaria siciliana.

Come frequentemente accade nei nostri usi, la cubbàita ci viene tramandata dai dominatori saraceni, difatti mandorlato in arabo è Qubbiat.

La cubbaita siciliana ha un'origine molto antica e si pensa che la sua diffusione sia iniziata durante la Dominazione Araba in Sicilia.

Infatti, nella lingua araba è presente un termine etimologicamente molto simile a giuggiulena che significa "seme di sesamo" e dunque appare evidente il collegamento con questo dolce siciliano.

Sono proprio i semi di sesamo a formare la base di questo particolare torrone.

Tradizione

Questo dolce veniva solitamente preparato durante le festività natalizie, ma in alcune zone della Sicilia era usanza realizzarlo nel periodo di Pasqua.

La tradizione della giuggiulena è una ricetta portata avanti ancora oggi dalle pasticcerie siciliane.

Ingredienti

Gli ingredienti utilizzati nella preparazione della giuggiulena siciliana sono semplici e facili da reperire, ovvero:

  • 500 g di semi di sesamo;
  • 300 g di miele;
  • 150 g di zucchero;
  • 130 g di mandorle tostate.

Preparazione

Cominciamo con la preparazione della giuggiulena, quindi:

  • versate il miele in un tegame e fatelo sciogliere a fiamma bassa;
  • aggiungete lo zucchero mescolando continuamente;
  • quando la miscela raggiungerà il punto di ebollizione, dovrete aggiungere i semi di sesamo e le mandorle tagliate grossolanamente o tritate.

A questo punto procedete con la cottura, quindi:

  • fate cuocere a fiamma bassa e mescolando spesso;
  • continuate per il tempo necessario affinché i semi di sesamo prendano un colore ambrato e si amalgamino bene con gli altri ingredienti.

Terminata la cottura, versate il composto su di un piano di marmo unto d'olio o su carta da forno e spianare rapidamente la giuggiulena fino a farle raggiungere uno spessore tra i 5 e i 10 mm.

Infine, dividete con un coltello la giuggiulena in tanti rettangoli o rombi e lasciate raffreddare a temperatura ambiente!

Una volta fredde, potete servire le vostre giuggiulene ai vostri ospiti!

Varianti

In questo articolo, vogliamo proporvi una ricetta "differente" della giuggiulena, ovvero:

  • la giuggiulena di ceci.

Questo torrone è uno dei tanti torroni che esistono in Sicilia.

La sua particolarità rispetto agli altri è che l'ingrediente base non è della frutta secca, ma un legume secco..appunto i ceci !

Per questa preparazione si usano i ceci secchi tostati e non quelli che di solito vanno messi in ammollo prima di essere cotti...in pratica vanno usati quei ceci che si mangiano come snack qui da noi e si comprano nelle bancarelle,fanno parte della ''calia'' natalizia !

Ingredienti

Gli ingredienti che dovrete procurarvi per la preparazione della giuggiulena di ceci, sono i seguenti:

  • 200 g di ceci secchi tostati;
  • 200 g di zucchero semolato;
  • 1 cucchiaio di miele.

Preparazione

Cominciamo con la preparazione della giuggiulena di ceci, quindi procedete in questo modo:

  • in una pentola mettete a sciogliere lo zucchero, mantenendo bassa la fiamma;
  • non appena lo zucchero si è sciolto unite il miele e poi i ceci;
  • mescolate energicamente e versate il composto appiccicoso su un piano di marmo o su un foglio di carta da forno, in qualsiasi caso devono essere unti con olio.

A questo punto mettete sul composto ancora caldo un altro foglio di carta forno e con un matterello stendete fino a raggiungere uno spessore di mezzo centimentro.

Fate raffreddare e tagliate il torrone in pezzi.

Altro in questa categoria: « Savoiardi Nfasciatieddi »
Cookies Notice

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.