Vota questo articolo
(1 Vota)

Come riutilizzare del pane raffermo, per realizzare i famosissimi canederli, uno dei piatti tipici del Trentino Alto Adige più gustosi e caratteristici 

Paesaggi meravigliosi, caratterizzati da lunghe e ampie valli o da ghiacciai senza tempo, incantano e fanno da cornice a una regione dalla bellezza naturale e potente, che si accompagna a una cultura e una cucina altrettanto ricche. I piatti tipici del Trentino Alto Adige sono un tripudio di sapori, composti da ingredienti unici e genuini. Come i canederli, un primo piatto tirolese ricco e gustoso. 

Le sue origini sono complesse, sembra che il nome derivi dal tedesco Knot, che significa nodo. I canederli, infatti, sono conosciuti anche con il nome di Knödel. Si tratta di una ricetta diffusa nella cucina tedesca sudorientale, ma anche in Austria e in Repubblica Ceca. Qui, è presente in diverse varianti. 

Canederli1 Intavoliamo

Canederli: la storia di uno dei primi piatti più conosciuti della cucina tirolese

La storia dei canederli è molto antica. Sembra che già nel XII secolo la pietanza fosse abbastanza conosciuta. A testimoniarlo, un affresco presente nella cappella di Castel d’Appiano, e datato 1180. Il piatto, probabilmente, ha origini contadine. Infatti, i canederli sono una ricetta nata per riutilizzare gli avanzi e il pane raffermo. 

I contadini, infatti, preparavano questo piatto proprio riutilizzando il pane raffermo rimasto, assieme ad alcuni prodotti che l’allevamento rendeva disponibili. Come ad esempio lo speck, o il formaggio. 

Nel corso degli anni, la ricetta si è evoluta e i canederli sono diventati un piatto molto versatile, che ben si presta a diverse farciture. I classici sono a base di speck e formaggio, ma ce ne sono altri a base di barbabietola, o con le erbette. Sicuramente è un piatto da assaggiare, testimonianza della tradizione culinaria del Trentino Alto Adige. 

Canederli2 Intavoliamo

Ricetta Canederli - Ingredienti

La ricetta originaria dei canederli, naturalmente, prevede il pane raffermo, a cui si possono aggiungere vari altri ingredienti. Si tratta di un piatto molto calorico e nutriente, adatto soprattutto nei periodi freddi. 

Gli ingredienti sono semplici e molto gustosi. In genere, infatti, i canederli sono palline di pane farcite con speck e formaggio e cotte nel brodo di carne. Non è difficile che per queste loro caratteristiche vengano paragonati a degli gnocchi. 

Ecco gli ingredienti della ricetta di base:

  • 250 grammi di pane raffermo
  • 150 grammi di speck
  • 2 uova
  • latte q.b.
  • mezza cipolla
  • un cucchiaio di burro
  • prezzemolo tritato q.b.
  • 40 grammi di erba cipollina tritata
  • 30 grammi di farina
  • sale e pepe q.b.

Canederli allo speck - Preparazione

La prima cosa da fare per realizzare i canederli allo speck è preparare gli ingredienti.

  • Tagliate lo speck a dadini piccoli e tritate finemente la cipolla. 
  • Poi, sbattete le uova.
  • In una padella, fate rosolare lo speck con il burro.
  • Successivamente, unitelo al pane raffermo.
  • Aggiungete le uova sbattute e aggiustate di sale.
  • Unite, in base ai vostri gusti, il pepe e il prezzemolo tritato. 
  • Lasciate riposare per circa 15 minuti e aggiungete la farina, per amalgamare il tutto.
  • Impastate e iniziate a modellare i vostri canederli, che dovranno avere una forma sferica di circa 5-6 cm di diametro.
  • Cuoceteli in acqua salata, o ancora meglio in brodo di carne, per circa 15 minuti. 

Vanno serviti infatti caldi, con brodo o asciutti. In base ai gusti dei vostri commensali, potete accompagnarli con burro fuso, spezzatino, crauti o verza cruda. 

Canederli3 Intavoliamo

La variante: Canederli agli spinaci

Questo primo piatto tirolese si presenta in diverse varianti. Una delle più conosciute e buone è quella dei canederli agli spinaci. 

Gli ingredienti per 4 persone sono:

  • mezza cipolla
  • 200 grammi di spinaci lessi
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 uova
  • 50 ml di latte
  • 30 grammi di formaggio tagliato a dadini
  • 1 cucchiaio di farina
  • 150 grammi di pane raffermo
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • noce moscata grattugiata q.b.
  • sale e pepe q.b.

Per la preparazione: 

  • Sbucciate la cipolla, l’aglio e tritate tutto molto finemente.
  • Mettete a imbiondire nel burro.
  • Poi, unite gli spinaci precedentemente tritati e aggiustate di sale.
  • Unite, a piacere, il pepe e la noce moscata.
  • Una volta che avrete saltato in padella la verdura, frullate gli spinaci insieme alle uova.
  • Unite il pane, il latte, il formaggio, la farina, il sale e il pepe e iniziate a impastare il composto.
  • Lasciate riposare per 15 minuti, coprendolo con un canovaccio. Poi, formate i vostri canederli.
  • Cuocete in acqua bollente, per 15 minuti circa. Se i canederli vi sembrano troppo molli, non aggiungete farina, ma del pangrattato. 

Una volta cotti, impiattate e servite caldi con del burro fuso e una spolverata di formaggio grattugiato.

Canederli4 Intavoliamo

Altro in questa categoria: Lo Zelten »

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.