Vota questo articolo
(5 Voti)
L'acronimo OGM sta per Organismo Geneticamente Modificato. La Direttiva europea  2001/18/CE definisce OGM "un organismo, ad eccezione degli esseri umani, in cui il materiale genetico è stato alterato in un modo in cui non avviene naturalmente per accoppiamento e/o ricombinazione naturale e con le tecniche specificate nell’Allegato I". Si tratta in pratica di organismi il cui patrimonio genetico è stato modificato dall'uomo tramite tecniche di ingegneria genetica.
Le principali applicazioni di queste tecniche riguardano il settore agroalimentare, zootecnico e medico. 
Generalmente i motivi per cui l'uomo interviene modificando geneticamente, tipicamente alcune specie vegetali, è quello di aumentarne la produttività o renderle più resistenti agli attacchi di parassiti e malattie.
Le principali coltivazioni OGM riguardano il mais, il cotone, la soia, la colza e la barbabietola da zucchero e l'utilizzo più diffuso è quello per i mangimi animali
E' molto difficile trovare per esempio nei nostri supermercati prodotti OGM, perchè difficilmente vengono utilizzati per la distribuzione al consumatore che non sia un allevatore.

Cosa sono i prodotti senza OGM

Secondo logica i prodotti senza OGM sono quelli che non contengono organismi geneticamente modificati. Questo è naturalmente vero, ma non è facile avere questo tipo di sicurezza. Per esempio in Italia non si possono coltivare prodotti OGM, ma alcune varietà di mais, soia e colza fra quelle indicate dalla Commissione europea, si possono importare. Se consideriamo che il 77% della soia coltivata sul nostro pianeta è OGM possiamo bene immaginare che difficilmente i mangimi animali, che ne fanno grande utilizzo, possano essere realmente senza OGM. Non è peraltro richiesto che i prodotti come latte, carne o uova derivati da un animale alimentato con mangimi contenenti OGM siano etichettati come tali. L’etichettatura è obbligatoria solo per gli alimenti che sono direttamente OGM: per esempio una bevanda alla soia o un qualsiasi derivato della soia commercializzato se è stato ottenuto da ingredienti OGM deve fornire al consumatore finale questa informazione. Al contrario un formaggio, fosse anche DOP, ottenuto dal latte di animali che abbiano assunto mangini contenenti OGM, non ha obbligo di riportare alcuna segnalazione.  

Quando si può scrivere Senza OGM sull'etichetta

Per apporre su un prodotto l'etichetta  “senza OGM” o “100% OGM free” bisogna poter garantire la totale assenza di contaminazioni da Ogm, anche accidentali o tecnicamente inevitabili, del prodotto e dei suoi ingredienti.

Certificazione dei prodotti senza OGM

Il DTP 030 è lo standard di proprietà di CSQA sviluppato per la certificazione dei prodotti NO OGM e cioè che non derivano nè contengono mais e soia geneticamente modificati.
I prodotti certificabili sono:
-alimenti zootecnici, con limite massimo di contaminazione accidentale OGM dello 0.9%.
-alimenti destinati ad alimentazione umana, con limite massimo di contaminazione accidentale OGM dello 0,1%.
Lo standard richiede:
  • la valutazione attenta delle materie prime a rischio OGM e della loro lavorazione.
  • la garanzia dell'utilizzo di materie prime NO OGM.
  • l'assenza di contaminazioni.
 
Questo standard è riconosciuto anche per l'etichettatura volontaria delle carni, sia bovine sia avicole

Prodotti senza OGM e prodotti biologici: sono la stessa cosa?

Vogliamo chiarire un concetto che spesso genera confusione. Ogm non è il contrario di biologico. Sicuramente un prodotto biologico non può essere OGM, ma un prodotto non OGM non è necessariamente un prodotto biologico. Per essere tale il sistema di produzione deve rispettare la salute dell’uomo e dell’ambiente in tutte le sue diverse fasi escludendo non solo qualsiasi organismo geneticamente modificato, ma anche il ricorso a qualsiasi prodotto chimico di sintesi come concimi non naturali, pesticidi, diserbanti, ecc..Nella fase produttiva inoltre, le risorse ambientali, quali acqua, suolo devono essere utilizzate con moderazione e sapienza..

Intavoliamo

Amiamo l’Italia perché è “Un Paese meravigliosoricco di tradizioni culinarieIntavoliamo vi offre la possibilità di riscoprire i sapori tipici della nostra terra, con le ricette della nonna, i piatti tipici tradizionali, i sapori che rendono unica la cucina tipica mediterranea.