Rappascione di Viggianello

Vota questo articolo
(5 Voti)
REGIONE: Basilicata
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Vegetali trasformati

Descrizione

Il "rappascione di Viggianello" è una ricca specialità della Basilicata, che ricorda con il suo sapore intenso, tutta la genuinità della tradizione tipicamente contadina di questa regione.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito il rappascione di Viggianello nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Basilicata (PAT).

Caratteristiche

Deve il proprio nome all'omonima località di "Viggianello" paese in cui la ricetta ha avuto origine!

Si tratta di un piatto tipicamente invernale di Viggianello, comune montano in provincia di Potenza ai confini con la Calabria e facente parte del Parco del Pollino.

E' una zuppa calda a base di:

  • fagiolo poverello;
  • granturco ruggianese;
  • grano cappello;
  • zafferano pisatù.

La Rappasciona deriva dalla tradizione contadina ed è una pietanza povera in cui gli ingredienti principali sono quelli della terra.

Si tratta di un pietanza a base di legumi e cereali che viene consumata come primo piatto sostanzioso e nutriente.

Seppure questa ricetta sia antichissima, ancora oggi riscuote un grande successo e, proprio grazie ai suoi ingredienti naturali, si adatta alle tendenze culinarie attuali proponendosi come un'ottima scelta in chiave vegana.

Tradizioni

Il rappascione di Viggianello veniva consumato soprattutto in occasione delle Feste Natalizie, precisamente per il giorno di San Silvestro, come segno di buon augurio per l'anno nuovo e di prosperità per tutta la famiglia.

In onore di questo piatto, a Viggianello si celebra ogni anno il "Rappascione Fest", una sagra organizzata nei giorni del 30 e 31 Dicembre con l'intenzione di fare apprezzare ai visitatori i sapori della tradizione, tramandata attentamente di generazione in generazione.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione del rappascione di Viggianello sono semplicissimi, ovvero:

  • 300 g grano cappello;
  • 300 g granoturco ruggianese;
  • 300 g fagioli poverello;
  • 1 cipolla piccola;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 cucchiaio di polvere di peperone secco;
  • 50 g lardo;
  • 1 dl olio d’oliva extravergine;
  • sale q.b.;
  • pepe q.b.

Preparazione

Cominciamo con la preparazione del rappascione di Viggianello, quindi seguite attentamente ogni passo della ricetta e vedrete che il successo sarà assicurato.

La notte precedente alla creazione del piatto, in una planetaria dovrete:

  • mettere a bagno il grano cappello e il granoturco ruggianese, lasciate il tutto in ammollo per un'intera notte;
  • trascorsa la notte, scolate per bene il grano cappello e mettetelo in una pentola a bordi alti colma di acqua;
  • iniziate così a cuocere solo il grano cappello, per circa 12 ore a fiamma bassa (la cottura deve avvenire molto lentamente).

Prendete il granoturco ruggianese che avete precedentemente scolato e riponetelo in una pentola, mentre in un'altra metterete i fagioli poverello.

A questo punto, dovrete iniziare una cottura separata che dovrà prolungarsi per circa 3 ore.

Se fosse necessario potrete aggiungere dell'acqua calda alla cottura.

A cottura ultimata dei tre ingredienti, procedete ad unirli in un’unica pentola e continuate cuocendo il tutto per ulteriori 10 minuti.

Ora, prendete il lardo e con l'aiuto di un pestacarne, battetelo, poi:

  • fate a pezzetti piccoli la cipolla e tritatela finemente;
  • stessa cosa fate anche con l'aglio.

Munitevi di un tegame, nel quale andrete a riporre una base di olio extravergine di oliva, la cipolla, l'aglio e infine la polvere di peperone.

Accendete la fiamma e fate soffriggere per il tempo necessario.

Conclusa la fase del soffritto, andrete ad incorporarlo alla minestra e aggiungerete sale e pepe quanto basta.

A piacere, potrete aggiungere anche qualche fogliolina di prezzemolo!

Degustazione

Dopo che gli ingredienti del rappascione di Viggianello si sono amalgamati per bene, si può procedere a servirlo a tavola bello caldo! 

Questo primo piatto della cucina tradizionale lucana e di origini povere farà breccia nei palati dei vostri ospiti.

E' adatto a grandi e piccini.....quindi buon appetito!

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto