Fico d'India

Vota questo articolo
(7 Voti)
Regione: Sicilia

Tipologia di prodotto: Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati

Certificazione Prodotto: PAT

Descrizione

Quando si nomina il "fico d'India", ci si immagina frutti colorati, che svettano sulle estremità di un cactus in mezzo a distese desertiche o aride.

Certificazioni

Sembra incredibile che sia un prodotto particolarmente apprezzato nel sud della nostra penisola, senza bisogno di trovarlo in terre lontane come il Sud America e l'Africa.

In Sicilia è un prodotto molto apprezzato ed utilizzato nella tradizione gastronomica locale, tanto che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali l'ha inserito nella lista PAT dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali.

Origini

Si pensa che sia stato "importato" su suolo siciliano dagli Arabi, durante i loro numerosi viaggi e che sia stato poi utilizzato come pianta ornamentale in alcuni giardini locali.

Il fico d'India siciliano, detto localmente "ficudinia", cresce in particolare nella:

  • valle del Torto, che prende il nome dall'omonimo fiume.

Essendo una pianta che si sviluppa in un clima prettamente sub-tropicale, fa dell'ambiente siciliano il proprio "habitat ideale", fornendo ogni anno moltissimi frutti di vario colore, bianchi, gialli e rossi.

In cucina

In Sicilia, la tradizione gastronomica si è adattata all'abbondanza di questi frutti spontanei, accogliendoli in numerose ricette dolci e salate, nonostante per molto tempo sono stati ritenuti non commestibili a causa delle loro spine.

Con i "fiori essiccati" si possono fare tisane.

Le "bucce" del frutto in certe zone della Sicilia vengono cucinate come se fossero "bistecche panate", mentre il frutto è impiegato per:

  • frittelle;
  • granite;
  • mostarde;
  • succhi e dolci di vario tipo.

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto