Vota questo articolo
(1 Vota)
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Miele
Certificazione Prodotto: PAT

Descrizione

Gli "arancini di riso", in dialetto "arancinu" o "arancina", è una palla di riso fritta, una specialità apprezzata in tutto il mondo!

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito gli arancini di riso nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Origini

Gli arancini di riso sono uno dei prodotti più tipici della Sicilia:

  • ogni capoluogo ne reclama la paternità e, tutt'oggi, non è sicuro dove sia realmente nato il primo arancino.

Un filone di pensiero lo concepisce tondo, un "inno" alle "arance siciliane", a cui somiglia per il colore dorato della frittura.

Un'altra fazione di siciliani lo vuole a cono, che richiami l'Etna, soprattutto quando lo si spezza a metà, caldo di frittura, e ne esce il vapore.

Ingredienti

Gli ingredienti per la preparazione di 12 arancini di riso sono:

  • 500 g di riso vialone nano;
  • 30 g di burro;
  • 1 bustina di zafferano;
  • pochissimo sale fino;
  • 1.2 l di acqua;
  • 100 g di caciocavallo grattuggiato.

Gli ingredienti per la preparazione del "ripieno tradizionale al ragù" degli arancini di riso sono:

  • 50 g di caciocavallo fresco;
  • 80 g di pisellini;
  • 200 ml di passata di pomodoro;
  • 25 g di burro;
  • 100 g di maiale macinato;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • mezza cipolla;
  • pepe nero q.b.;
  • sale fino q.b.;
  • 50 ml di vino rosso.

 

Varianti

Gli arancini di riso possono essere tondi o a cono.

Il ripieno è fatto di riso condito e può essere arricchito con vari ingredienti, come:

  • risotto allo zafferano;
  • riso con ragù di carne;
  • riso bianco al burro con mozzarella e prosciutto cotto.

Nei tipici banchetti siciliani, dove gli arancini vengono venduti come delizioso cibo da passeggio, solitamente si offre al cliente il cartoccio col trittico:

  • un arancino per ogni tipo di ripieno.

Preparazione

Per cucinare gli arancini di riso bisogna, innanzitutto, preparare un ottimo risotto al dente.

Il riso deve cuocere in molto brodo, in modo da insaporirsi.

Quando è pronto, si formano le "palline" o i "conetti" e si impanano, passandoli prima in una pastella leggera di farina inumidita e poi nel pangrattato o nella farina di mais.

A questo punto vanno fritti in abbondante olio e serviti caldissimi.

Altro in questa categoria: « Amaretti Biscotti a "s" »

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.