Visualizza articoli per tag: Pasta Tradizionale

Regione: Basilicata
Tipologia di prodotto: Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria

Descrizione

La "pizza con i cingoli di maiale" è una specialità tipica della regione Basilicata, precisamente delle montagne e colline lucane.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito la pizza con i  cingoli nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Basilicata (PAT).

Ingredienti

Originariamente, il momento in cui si macellava un maiale diventava l'occasione per procedere alla preparazione di questa ricetta.

Gli ingredienti per realizzare questa ricetta sono:

  • farina;
  • cingoli di maiale;
  • lievito;
  • strutto;
  • sale.

Occorrono solo questi pochi ingredienti per un risultato dal sapore deciso!

 Si tratta di una varietà di pizza senza dubbio originale e creativa, che allo stesso tempo racchiude una parte della storia culinaria di questa regione.

Origini

La pizza con i cingoli di maiale era più che altro preparata nei mesi freddi, a partire dalla fine dell'autunno e per tutto l'inverno.

Secondo la tradizione, l'impasto doveva essere lavorato su un tavolo di legno e la cottura doveva avvenire nel forno a legna.

Sono indubbi, dopo tutto, i vantaggi del forno a legna rispetto a un forno a gas, dal momento che il primo conserva inalterato il sapore dei prodotti e ne mantiene tutta la fragranza e croccantezza.

Preparazione

Le dosi per 6 persone sono:

  • 600 gr di pasta da pane
  • 250 gr di cingoli di maiale.

Preparare questa pizza è molto semplice e veloce!

  • Occorre innanzitutto preparare una pasta lievitata a base di farina e strutto e disporla in una teglia unta con dell'altro strutto;
  • si farcisce con i cigoli di maiale e dei semi di finocchio e si inforna.

Per sapere quando è pronta basterà osservare il suo colore, che deve essere "dorato".

Degustazione

Si conserva poi in un luogo fresco ed asciutto e si consuma al massimo nel giro di quattro giorni!

Pubblicato in BASILICATA
Regione: Calabria
Tipologia di prodotto: Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria 

Descrizione

 La "pizza di Maggio", in Calabria conosciuta con la sua denominazione dialettale di "pitta di maju", è una preparazione tradizionale che ha origini molto antiche.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito la pizza di maggio nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Calabria (PAT).

Origini

Addirittura ci sono delle testimonianze che collocherebbero la realizzazione della pizza di Maggio già ai tempi dei Romani.

In epoca più recente, questa particolare focaccia era una pietanza che i pellegrini portavano con sè durante il pellegrinaggio alla Madonna di Bombile tra la fine di aprile e l'inizio di maggio.

La particolarità della pizza di Maggio è l'utilizzo dei fiori di sambuco, i quali fioriscono proprio a Maggio e presumibilmente è questo il motivo del suo nome.

Caratteristiche

La pizza di Maggio ha:

  • una tradizionale forma rotonda;
  • presenta un sapore ricco e leggero.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione della pizza di Maggio sono:

  • farina;
  • uova;
  • sale;
  • lievito;
  • fiori di sambuco.

Preparazione

La pizza di Maggio è composta da pochi e semplici ingredienti ed è molto facile da realizzare:

  • la ricetta classica prevede la creazione di un impasto formato da farina, uova, sale e lievito;
  • l'impasto va lavorato fino a quando non raggiunge una consistenza morbida;
  • a questo punto si distribuiscono i fiori di sambuco e si arrotola l'impasto in modo da ottenere una forma cilindrica;
  • si batte l'impasto per spianarlo nuovamente, si lascia lievitare e infine si procede con la cottura in forno.

Sono presenti alcune zone della Calabria, in particolare alcuni territori della provincia di Cosenza, in cui la preparazione della pitta di maju differisce leggermente dalla preparazione classica per l'assenza delle uova nella composizione dell'impasto.

Degustazione

Viene consumata solitamente come uno spuntino, ma può essere servita anche come focaccia per accompagnare altri tipi di piatti, sia primi che secondi e in particolare piatti di carne.

Pubblicato in CALABRIA
Regione: Calabria
Tipologia di prodotto: Pasta fresca

Descrizione

I "rafioli" calabresi sono una versione locale dei tipici "ravioli ripieni di carne".

Certificazioni 

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i rafioli nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Calabria (PAT).

Caratteristiche

rafioli sono realizzati utilizzando prodotti agroalimentari locali, come:

  • caciocavallo e soppressata.

In questo modo si ottiene un primo piatto dai sapori intensi e genuini, fortemente radicato nella tradizione e molto diffuso su tutto il territorio regionale.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione della pasta dei rafioli sono:

  • farina;
  • un pizzico di sale;
  • olio extravergine di oliva calabrese;
  • uova.

Invece, gli ingredienti utilizzati per la preparazione del ripieno dei rafioli sono:

  • caciocavallo;
  • uova sode;
  • pepe nero;
  • sale;
  • soppressata (un tradizionale salume calabrese dal sapore accattivante).

Preparazione

Nella preparazione dei rafioli, il formaggio può anche essere sostituito dalla "provola" in alcune varianti a livello locale.

Innanzitutto è necessario:

  • preparare la pasta realizzando un impasto compatto, omogeneo e facilmente lavorabile, che deve quindi essere tirato sotto forma di sfoglie;
  • queste devono essere sempre di numero pari, perché rappresentano il lato superiore e inferiore dei rafioli;
  • a questo punto si tagliano a pezzetti la soppressata, il caciocavallo e le uova sode, si aggiungono sale e pepe e si amalgama l'impasto con un uovo crudo;
  • quindi si usa un cucchiaio per distribuire il ripieno sulla sfoglia inferiore, creando mucchietti distanti tra loro 8 cm;
  • dopo aver coperto con la sfoglia superiore, si fanno aderire i due strati di pasta;
  • ora si tagliano i ravioli da lessare in acqua bollente e scolare con attenzione.

Degustazione

Si possono condire in tanti modi diversi!

Pubblicato in CALABRIA
Etichettato sotto
REGIONE: Basilicata
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Pasta fresca

Descrizione

I "raskatiell dì legumi dì Fardella" sono una ricetta nutriente e facilmente digeribile che affonda le proprie radici nella regione Basilicata.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i raskatiell dì legumi dì Fardella nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Basilicata (PAT)

Origini

Più precisamente, sono originari dell'omonima località di Fardella.

Si tratta di un tipo di pasta dal colore scuro, preparata con farina di legumi e farina di grano duro.

Preparazione

Gli ingredienti di questa pietanza sono assolutamente naturali e genuini, per un risultato dal sapore delicato che racchiude tutto il sapore della buona tradizione.

Per la preparazione, oltre alle varietà di farina sopramenzionate, occorrono soltanto:

  • verdure fresche, per l'esattezza pomodori e peperoni verdi, insieme a basilico e peperoncino, che conferiranno al tutto un aroma più deciso.

Per preparare la "pasta" dei raskatiell dì legumi dì Fardella c'è bisogno innanzitutto di uno spianatoio:

  • sarà qui dove si impasteranno i due tipi di farina con l'aggiunta di un po' d'acqua fino a che non si sarà ottenuto un composto omogeneo;
  • una volta pronto, si darà forma a dei cilindri della grandezza desiderata, da cuocere in acqua salata e bollente.

Per la preparazionedel "sugo" dei raskatiell dì legumi dì Fardella si deve:

  • preparare un soffritto con i peperoni tagliati a pezzetti, aromatizzati con uno spicchio d'aglio;
  • una volta cotti, si aggiungono i pomodori e si fa cuocere il tutto a fuoco lento, versando di tanto in tanto un po' d'acqua per evitare che si attacchi alla padella.

Il basilico si aggiungerà soltanto a cottura ultimata.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione dei raskatiell dì legumi dì Fardella sono:

  • pomodori;
  • peperoni verdi;
  • basilico;
  • peperoncino;
  • farina di legumi;
  • farina di grano duro.

Tradizioni

La ricetta dei raskatiell dì legumi dì Fardella è tipica soprattutto della stagione estiva e viene celebrata in un'apposita sagra, che si svolge nel comune di Fardella il 18 agosto di ogni anno.

Pubblicato in RICETTE LUCANE
Etichettato sotto
Regione: Sardegna
Tipologia di prodotto: Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria

Descrizione

I "ravioletti dolci alle mandorle" sono una preparazione tipica della cucina tradizionale della Sardegna!

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i ravioletti dolci alle mandorle nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sardegna (PAT).

Caratteristiche

Nel dialetto sardo i ravioletti dolci alle mandorle sono conosciuti anche con i nomi di "cruxioneddu de mindua" oppure "culungioneddos de mendula" a seconda della zona di produzione.

I ravioletti dolci alle mandorle, a differenza dei classici ravioli che invece sono un tipo di pasta, sono dei dolci a base di mandorle.

I ravioletti dolci alle mandorle sono caratterizzati dalla tradizionale forma a mezzaluna e realizzati con un involucro di pasta croccante al cui interno si trova un ripieno composto da mandorle e limone che risulta soffice e molto saporito.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione dei ravioletti dolci alle mandorle sono:

  • mandorle tritate e tostate;
  • zucchero;
  • acqua;
  • maraschino;
  • scorza di limone;
  • farina;
  • strutto;
  • uova;
  • sale;
  • vernaccia.

I cruxioneddu de mindua sono abbastanza semplici da preparare!

Preparazione

  • Si inizia tostando e poi tritando le mandorle che andranno a costituire il ripieno;
  • Quindi in un tegame si versa lo zucchero, l'acqua, il maraschino, la scorza di limone, le mandorle preparate in precedenza;
  • si cuoce fino ad ottenere un composto denso e omogeneo.

Per quanto riguarda la preparazione della "pasta" si dovrà procedere come segue:

  • Si passa quindi alla preparazione della pasta, la quale è composta da farina, strutto, uova e sale, il tutto impastato con della vernaccia;
  • quando l'impasto sarà abbastanza sodo lo si lascia riposare per circa un'ora e poi si procede alla realizzazione di piccole palline di pasta che andranno stese con il mattarello;
  • su ogni pezzo di pasta si posiziona un po' del ripieno di mandorle, si uniscono i bordi e infine si conferisce alla pasta la tipica forma a mezzaluna.

Tradizioni

I ravioletti dolci alle mandorle venivano realizzati in occasione del Carnevale e ancora oggi vengono associati a questa ricorrenza.

Pubblicato in SARDEGNA
Regione: Puglia
Tipologia di prodotto: Paste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria  

Descrizione

Per portare in tavola la tradizione culinaria della regione Puglia e il gusto di un piatto fatto con le mani dalle massaie del luogo, bisogna assaggiare i "ravioli con la ricotta".

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i ravioli con la ricotta nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Puglia (PAT).

Ingredienti

Tipico primo piatto che può essere gustato anche con un semplice condimento di salsa al pomodoro, che ne esalta il gusto, si può preparare in casa con semplici ingredienti e facili da reperire.

Gli ingredienti semplicissimi sono:

  • farina di semola;
  • uova;
  • acqua;
  • ricotta fresca.

Lavorazione

Tutti questi prodotti sono da impastare insieme e poi riempire con:

  • ricotta fresca di produzione locale.

Per arricchire il gusto di questi squisiti ravioli si può mescolare con la ricotta di pecora anche:

  • il prezzemolo;
  • il formaggio;
  • il pepe.

Poi bisogna richiuderli per bene e lasciarli riposare per un po', in modo da cucinarli anche nella stessa giornata.

Bastano pochissimi minuti per la cottura e si possono portare in tavola con il condimento scelto ancora fumanti.

Varianti

Altre varianti nel condimento sono:

  • un delicato ragù di carne oppure del burro con salvia, che non ne coprono il sapore;
  • se conditi con il pomodoro non dimenticare assolutamente di aggiungere qualche foglia di basilico, che non solo arricchisce l'estetica della portata, ma gli dona un pizzico di gusto in più che non guasta.

Degustazione

I ravioli con la ricotta si preparano nei giorni di festa o nelle domeniche in famiglia, per colorare la tavola con una specialità tipica della tradizione mediterranea e per far contenti sia grandi che piccini.

Tutti adorano questa pasta dal ripieno dolcissimo.

In fondo è possibile stupire i propri commensali anche con un primo piatto all'apparenza semplice, ma che conserva tutto il sapore genuino della tradizione di un tempo.

Pubblicato in PUGLIA
Etichettato sotto
Pagina 8 di 10

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto